LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA

LA PAGANESE VISTA DA ...NOCERA : CHIUSURA COL BOTTO !

Peppe Nocera
31.12.2018 15:12

Rende-Paganese 1-2. E' la notizia di fine anno. Il risultato che ha fatto saltare i centro scommesse. Ne parleranno anche i telegiornali oggi. Alleluja. Miracolo al Lorenzon. Finalmente. La fine del mondo è vicina. Non ci posso credere. Sono alcune delle espressioni che girano sui social al triplice fischio della gara di rende che ha decretato la prima, storica, vittoria della Paganese in questo campionato di serie C. Giustamente, come mi faceva notare qualche amico, non potevamo rimanere a secco di vittorie dopo che l'avevamo fatto anche il Chievo, sabato, contro il Frosinone. Ecco, anche la derelitta Paganese, non è più l'anatrocco piccolo e nero del calcio italiano. Una vittoria meritata, per come ha reagito all'iniziale svantaggio, anche con un pizzico di fortuna e di valutazioni arbitrali, questa volta favorevoli alla Paganese, che rendono merito all'impegno di un gruppo che raccoglie almeno l'impegno di questi mesi. Un autentico colpo di coda, un botto di capodanno che ha lasciato tutti con la bocca aperta, anche perchè per come s'era messa la partita, la prima mezz'ora in balia degli avversari, si prospettava l'ennesima sconfitta. Invece nella Calabria, tanto cara al tecnico De Sanzo, arriva una vittoria che è più di una boccata d'ossigeno per questa squadra che si rende conto, addirittura conseguita senza due titolari come Scarpa e Della Corte, che può invertire la rotta. Lo fa nella prima giornata del girone di ritorno, contro quella squadra che l'aveva imbalsamata all'esordio in campionato, facendo crollare tutto il castello di certezze costruito in ritiro. Una Paganese che, nonostante le solite amnesie difensive vedi vantaggio del Rende ed altri pericoli, mantiene botta al più quotato avversario e questa volta porta a termine la gara in vantaggio. Le reti della vittoria sono della ditta Salernitana Cappiello, che gran gol, e Gaeta che potevano anche aumentare viste almeno altre due limpide occasioni. Una vittoria che dice al calcio italiano,ma soprattutto a quello della serie C, che la Paganese c'è e ha fatto battere il suo primo colpo cancellando, finalmente, lo zero dalla casella delle vittorie. Arriva nel penultimo giorno dell'anno, il 2018, decisamente negativo sotto il profilo progettuale se non per la salvezza ottenuta con il Fondi. Quello della crisi, annunciata un anno fa dal presidente Trapani con l'ormai famosa conferenza stampa. Una vittoria che arriva nel momento in cui il campionato si ferma per la pausa e forse non penso sia il momento più orpportuno visto che si poteva sfruttare l'euforia per il primo successo. L'importante è che sia arrivato, meglio tardi che mai, ormai nessuno più ci sperava. Ora però mi auguro che questa vittoria non illuda nessuno nella sala dei bottoni. I miaracoli avvengono una sola volta,poi nella quotidianità esite il detto:" Aiutati che Dio ti aiuta ",in parole povere significa che per salvarsi serve acquistare almeno cinque calciatori d'esperienza. Questa squadra va rivoltata come un calzino, con calciatori aventi nel proprio DNA altro tipo di caratteristiche tecniche e di personalità. Questa pausa, dopo il botto di fine d'anno, spero faccia  riflettere la società per ridare un nuova dignità tecncia ad una squadra presa a schiaffi da settembre a dicembre,perchè per tentare di salavarsi, serve ben altro.Anche perchè una rondine non fa primavera, figurarsi in inverno. Buon Anno e tanti Auguri a tutti e specialmente a te vecchia cara Paganese...ne hai veramente bisogno !

Commenti

CLAMOROSO AL LORENZON, LA PAGANESE RIMONTA IL RENDE E SI PRENDE LA PRIMA VITTORIA
IL PORTIERE CAPPA IN PRESTITO AL CERIGNOLA IN SERIE D