LE SFIDE DEL PASSATO

LE SFIDE DEL PASSATO: ODDO, UN GOL A CASTELLAMMARE PER LA C1

02.02.2018 13:02

Juve Stabia-Paganese è una classica del calcio campano che va in scena da ben 72 anni dato che risale al dopoguerra, stagione 1946-'47, il primo confrontro tra queste due società. Ma le vicine trasferte nella Città delle Terme dei Cantieri Navali non sono mai state foriere di risultati positivi, visto che si contano solo tre vittorie in terra stabiese. La prima nel campionato di serie D 1969-'70, grazie ad una rete di Granozi, la seconda dieci anni dopo, sempre con il minimo scarto, rete di Giovanni Oddo (nella foto) ed il terzo, ancora per uno a zero, nell'ultimo confronto del marzo scorso grazie ad un gol di Bollino che riportò la vittoria a Pagani dopo 37 anni.

Oggi torneremo invece al successo, il secondo della storia, che diede la svolta verso la vittoria di quel campionato di serie C2 1979-'80 riportando in C1 gli azzurri di Montefusco. Uno snodo fondamentale per quella cavalcata vincente arrivò proprio da quella vittoria al vecchio stadio "S.Marco" dove pochi anni dopo sorse l'attuale Romeo Menti. La neo promossa Juve Stabia era imbattuta in casa ma proveniva, in quel 9  marzo del 1980, dalla sconfitta di Messina (2-1) mentre gli azzurri dalla vittoria casalinga con la Vigor Lamezia (1-0). Sulle gradinate del S.Marco, per la classica con la Paganese che ritornava in scena dopo tre stagioni, oltre 4000 spettatori con larga rappresentanza paganese. I gialloblù di Busatta, allenatore-giocatore, che stavano disputando un campionato di medio-alta classifica volevano sgambettare i cugini, per insediarsi definitivamente nella lotta al vertice, ma ad attenderli al varco gli azzurri che sfoderarono una gran prestazione. Le cronache dell'epoca raccontano di una prima mezz'ora tambureggiante della Paganese che cinse d'assedio le vespe che si salvano dalla capitolazione in tre occasioni: Jannucci, Vulpiani e Fracas fanno sobbalzare i tifosi ospiti. Poi il break delle vespe che si fanno vive dalle parti di Giordano con Schettino e Busatta. Nella ripresa i momenti decisivi: al 49' Oddo è lesto ad infilarsi tra due difensori gialloblù e sfodera un bolide sotto la traversa alle spalle di Pozzani, facendo esplodere i tifosi azzurrostellati. Gioia che si radddoppia dopo tre minuti quando in area il difensore azzurro Lo Monte trattiene per la maglia Busatta in elevazione su angolo di Schettino. E' rigore per Lassano di Bergamo ma Graziani si fa inoptizzare da Giordano che si tuffa sulla sua destra e neutralizza il penalty. Si scuote la Paganese che sfiora il raddoppio con Fracas e due volte su Vupliani ma Pozzani sventa a più riprese.

Il match si chiuse tra gli applausi dello sportivo pubblico stabiese che riconobbe la superiorità degli uomini di Montefusco i quali dopo quella storica seconda vittoria a Castellammare, la prima stagionale in trasferta, filarono diritti verso la promozione in C1, come dichiarò al termine il tecnico paganese: "Vittoria meritata, eravamo venuti al S.Marco per una gara di contenimento ed in cerca di un pareggio invece le circostanze ci hanno permesso di cogliere addirittura il bottino pieno. Possiamo parlare degli azzurrostellati come i più autorevoli candidati alla promozione". E così fu!

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

PAGANESEMANIA IN TV: ORE 21.00 SU QUARTA RETE
FUORIGIOCO - NESSUNA SVENDITA MA 5 PRESTITI, ORA SI ATTENDONO LE MOSSE DI FAVO