L'ATTESA VISTA DA NOCERA

L'ATTESA VISTA DA... NOCERA: CONTINUANO I RIMPIANTI !

Peppe Nocera
09.06.2019 08:06

A distanza di quindici giorni dalla retrocessione, della Paganese a Bisceglie, in Serie D continuano i rimpianti per quello che poteva essere e non è stato o meglio non s'è fatto. I rimpianti aumentano e le speranze diminuiscono dopo la beffarda retrocessione anche del  Bisceglie contro la Lucchese ai calci di rigore. La formazione nerazzurrostellata avrebbe meritato la vittoria, dopo aver sfiorato più volte il 2-0 ed aver avuto dal dischetto il match-point con Starita dopo una serie di rigori parati da entrambi i portieri.

Ieri sera ci siamo ritrovati a casa mia con un amico, Enzo Stanzione, a mangiare una pizza e seguire le vicende della giovane e bella Italia di Mancini che asfaltava, già nel primo tempo, la Grecia in terra ellenica. Visto il risultato, decidemmo così di volgere l'attenzione sulla gara di Bisceglie. Ci ritroviamo io e lui, pluri abbonato deluso della Paganese che nonostante l'abbonamento ha disertato per mesi il Torre per poi ritrovarci in curva a Bisceglie l'altro sabato, sul divano tra una margherita con salsiccia, una napoletana e una croccopizza con cotto a tifare per il Bisceglie. Eppure ai poco attenti sembrerà strano tutto ciò: ma come? La Paganese è stata eliminata dal Bisceglie e voi fate il tifo per loro? Si, perchè la salvezza del Bisceglie ci avrebbe fatto scalare di una posizione nella speciale calssifica delle riammissioni. Mentre soffrivamo, non solo per il caldo, ma soprattutto per gli errori in ripetizioni dal dischetto di entrambe le squadre, avevamo un unico pensiero: tutto sommato anche la Lucchese, descritta come una corazzata, sarebbe stata una squadra alla portata per un'eventuale finale con la Paganese. Quello, però, che ci ha fatto fare un sorriso amaro e che ci ritrovavamo a giugno a dover tifare per una squadra che attirava, non solo per la stella sul petto, le nostre simpatie interessate per sperare in un eventuale aiuto per la Paganese. Facendo un'amara contastazione, sorseggiando la coca-cola ghiacchiata, convenivano, però, che non si poteva continuare a vivere le sorti della propria squadra del cuore in questo modo. Non si poteva sperare nelle disgrazie altrui per vederci ai nastri di partenza dei Play-out, non si poteva sperare nella salvezza auspicando penalizzazioni a raffica, allestendo squadre da settore giovanile. Questo il libero pensiero di un abbonato-deluso e di un tifoso-giornalista una sera di inizio estate mentre assistevano ai festeggiamenti della Lucchese e dei suoi tifosi nella curva del Bisceglie, proprio quella che quindici giorni prima aveva visto versare le nostre lacrime.

Con la vittoria dei toscani si riducono ulteriormente le speranze di riammissione della Paganese che in questi giorni sta provvedendo a mettere a posto i propri incartamenti da presentare entro il 24 giugno. Forse prima di affrettarsi ora con telefonate e sollecitazioni, bastava poco per evitare prima il tracollo tecnico, sperando che dopo il 24 giugno non si debba piangere ancora per il latte versato.

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

DA BISCEGLIE A BISCEGLIE: CRONISTORIA DI UN ANNO (E PIU') DAL FINALE SCONTATO
LA PAGANESE VISTA DA NOCERA: IN ATTESA D...ESSERE RIAMMESSI !