CASA PAGANESE | LE ULTIME

A MONOPOLI SEMPRE IL RISCATTO PER LA PAGANESE. SARA' COSI' ANCHE QUEST'ANNO?

Redazione
16.10.2018 10:10

La storia recente insegna che il Monopoli non è solo associato alla squadra di calcio pugliese dai colori biancoverdi oppure al famoso gioco da tavola in cui vince chi costruisce più palazzi e diventa proprietario di più immobili. Monopoli - per la Paganese - significa molto di più. Negli ultimi tre anni, praticamente da quando i pugliesi sono tornati in Serie C, la trasferta del Veneziani ha sempre significato reazione, riscatto, sterzata per i colori azzurrostellati. Al primo confronto, nel 2015/2016, avvenuto anche questo ad ottobre, la Paganese si presentò a secco di vittorie da un mese e reduce da due sconfitte di fila, a Rieti con la Lupa Castelli ed in casa con l'Akragas. Il Monopoli era invece in serie positiva (tre vittorie in quattro gare) ma perse 1-0, sconfitta da un gol di Cicerelli al 24'. L'anno successivo la Paganese che recò visita al Monopoli era infarcita di dubbi e giovani, dopo un mercato di gennaio in cui la rosa era stata stravolta e con l'amara sconfitta col Catanzaro in casa maturata nel finale. Gli azzurrostellati di Grassadonia vinsero 2-0, la gara fu indirizzata dopo già mezz'ora grazie alle reti sempre di Cicerelli e Della Corte. La prestazione fu eccellente, mise in luce i vari Firenze, Bollino, De Santis e Carillo, facendo da preludio ad un prosieguo di campionato che avrebbe tolto solo soddisfazioni alla Paganese. Lo scorso anno finì 1-1, terza gara consecutiva a punti per la Paganese che da poco aveva sostituito Favo con De Sanzo. Cuppone illuse gli azzurrostellati, Mangni a metà ripresa impose il pareggio. Anche la prova di compattezza illuse la Paganese di potersi salvare direttamente. 
E stavolta come andrà a finire? Sarà un'altra occasione per il riscatto? L'antefatto - quest'anno come nei precedenti - è lo stesso, anzi forse la situazione attuale è ancora più critica dato che in queste prime cinque partite la Paganese ha racimolato un solo punto. Lo 0-4 subito pochi giorni fa al Torre per mano del Catanzaro è stato solo l'ultimo episodio di un avvio di stagione mortificante per i colori azzurrostellati. Luca Fusco vuole tenere alta la testa dei suoi giocatori e vorrebbe che ripetessero al Veneziani la prestazione di dieci giorni fa contro il Potenza sempre in trasferta. Mancheranno ancora Cesaretti e Fornito, in dubbio anche per il match di sabato contro il Catania. Rientrano dalla squalifica Scarpa e Diop, che andrà a comporre il pacchetto arretrato con Piana ed Acampora. In attacco spera in una maglia da titolare Cappiello, in vantaggio su Parigi, confermato Sapone nella posizione di mezz'ala. 

PAGANESE (3-5-2): 1 Galli; 17 Diop, 18 Piana, 24 Acampora; 2 Tazza, 5 Sapone, 4 Nacci, 10 Scarpa, 3 Della Corte; 23 Alberti, 9 Cappiello. A disp.: 12 Cappa, 22 Santopadre, 6 Gaeta, 14 Garofalo, 15 Carotenuto, 16 Della Morte, 19 Parigi, 20 Amadio, 21 Gori, 26 Verdicchio, 27 Longo, 29 Gargiulo. All.: Fusco
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Punzi, Schiavino, Fornito, Musacci, Cesaretti

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

Commenti

LA PAGANESE VISTA DA...NOCERA: MA A CHE GIOCO GIOCHIAMO?!
SOLITI ERRORI E SOLITA STERILITA'. IL MONOPOLI VINCE 3-0 SENZA SUDARE