LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA

LA PAGANESE VISTA E ATTESA DA...NOCERA: SCONFITTE, ERRORI E SPERANZE !

Peppe Nocera
12.02.2019 10:02

Settimana particolare, con tre gare ravvicinate, quella che è iniziata con la pesante sconfitta di Catanzaro: la sedicesima stagionale, la terza consecutiva in questo inizio di 2019. La Paganese ritorna ad imbarcare acqua in difesa, con le reti al passivo che salgono a 56, con i fantasmi dalle parti di Santopadre che riaffiorano con la cadenza di un errore a partita. A voler essere onesti, però, personalmente ritengo più grave l'espulsione, per doppia ammonizione, rimediata da Piana. Negativa la prova del difensore azzurro, fresco di rinnovo, che non è scevro di responsabilità sulla terza rete dei giallorossi. Non il massimo, in questo  momento in cui il reparto arretrato deve fronteggiare tante difficoltà, con Stendardo infortunato e Dellafiore alla ricerca della condizione migliore. Quello che è fatto, è fatto, e sinceramente è sempre complicato gestire le emozioni e l'adrenalina in campo.
Se si cercavano ancora prove per evidenziare i limiti della difesa costruita in estate, sono giunte prontamente in due gare con Potenza e Catanzaro in cui le reti subite sono state ben otto. E' la conferma che le squadre vanno costruite in estate e se arrivano imprevisti - vedi infortuni di Schiavino e Musacci - si interviene per tempo. Discorsi vecchi, ma che è bene ricordare per non far passaare in cavalleria errori di valutazione, di costruzione e di presunzione di questa società che, dopo l'esperienza della passata stagione, avrebbero dovuto ponderare meglio le scelte. Ora piove sul bagnato, perchè se anche De Sanzo avesse voluto forzare i tempi per inserire Dellafiore già col Monopoli, la squalifica di Piana fa saltare i piani.
A Catanzaro è giunta una squadra priva delle armi migliori (vedi Cesaretti, Stendardo, Scarpa) e pensare di uscire indenni dal Ceravolo era utopistico, ma nel calcio tutto ci può stare. Se Santopadre non avesse commesso la solita papera domenicale sul raddoppio e se Della Corte non avesse fallito il 2-2... e se continuassimo con i "se" saremmo primi in classifica. Sul portiere Santopadre, sempre più nel mirino dei tifosi, voglio esprimere il mio pensiero. Credo che sia un portiere su cui poter lavorare e che solo giocando e facendo errori migliorerà, facendo quella esperienza che non ha, perchè come fa gli errori, fa anche buone parate a volte miracolose. E' logico che chi decide di farlo giocare, a quell'età, conosce anche i rischi che si prende. Solo che la Paganese, ultima in classifica, non può permettersi di avere un portiere che deve formarsi, ma dovrebbe averne uno già pronto. Un portiere più esperto, che sicuramente farà ogni tanto qualche errore, ma che blindi in percentuale maggiore una porta che già viene presa a pallonate dall'inizio del campionato.
Seppur lodevole il ritorno sul mercato della società, che doveva portare ad un cambio di risultati, risulta vanificato dall'imponderabile, leggi infortuni e squalifiche, che rallenta la rincorsa dai tempi stretti. La classifica dice che la Paganese è a -10 dal Bisceglie ed ora retrocederebbe. Ma i pugliesi devono fermarsi ancora e venire a Pagani. Nel frattempo, mercoledì serà arriva il Monopoli, sconfitto in casa dalla Viterbese nell'ultimo turno. Dovrebbe rientrare Scarpa e forse esordire dal primo minuto Dellafiore, cercando di partecipare alla prima storica vittoria di questo campionato in casa. Ce lo auguriamo sperando in un Santopadre più attento ed in una difesa che stringa le maglie nuovamente slabrate. Sono certo che quando questa squadra potrà contare su tutti gli effettivi se la possa giocare al meglio. Nel frattempo bisogna stringere i denti in attesa che si svuoti l'infermeria e conseguentemente arrivino avversari più alla portata della "nuova Paganese" per ridurre lo svantaggio e centrare i playout. Un dato è certo: le previsioni estive sono fallite miseramente. Lo sperare nelle disgrazie altrui non è stato fruttifero al cento per cento e auguriamoci che non sia troppo tardi.
 

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

I RIMPIANTI DI DE SANZO: "POTEVAMO FARE IL 2-2, DISPIACE USCIRE CON LE OSSA ROTTE"
CONTRO IL MONOPOLI RIENTRA SCARPA, PAGANESE CON LA DIFESA INCEROTTATA