CASA PAGANESE | LE ULTIME

IL PAGELLONE DI PAGANESE-CATANIA

Redazione
07.11.2017 19:11

Passivo pesante, sono più le sufficienze. Scarpa ancora al top, Baccolo entra male

GALLI 5,5 - Non fornisce grossa sicurezza nelle uscite, anche basse, e sbaglia ad inizio gara alcuni disimpegni. Sull'1-2 salva sui piedi di Ripa, subisce comunque cinque gol sui quali avrebbe potuto fare qualcosa in più solo sulla punizione di Lodi. E' vero che la barriera si apre, ma la parabola del numero 10 etneo era abbastanza lenta. 

PAVAN 6 - Secondo match da titolare per il ragazzo scuola Verona, che contro avversari di grande qualità non soffre più di tanto. Nel primo tempo ha pochi problemi con Di Grazia e Russotto, è bravo nelle chiusure. Nella ripresa è da una sua palla persa che nasce il pareggio del Catania, ma la prestazione è comunque sufficiente. 

PIANA 6 - Fa valere i suoi centimetri anche sui piazzati a favore, in particolare sull'azione che porta al vantaggio e con la sponda per il possibile 2-2 di Scarpa. In difesa ha qualche sbavatura, come nel primo tempo con Curiale e nella ripresa rischiando il penalty sul cross di Marchese.

MERONI 5,5 - Non è l'unico colpevole dell'imbarcata immeritata della Paganese, anzi. Sul 2-1 non va a chiudere su Ripa, poco dopo è in ritardo sempre sull'attaccante ex Juve Stabia. Nel complesso non una prova da dimenticare, sta crescendo. 

DELLA CORTE 6 - Prova convincente del terzino sinistro che, soprattutto nella prima ora di gioco, è un motorino incessante sulla propria corsia. Stavolta i cross sono quasi sempre perfetti, il contributo in fase offensiva importante anche se poi nel finale paga la stanchezza. Mezzo voto in meno per la mancata resistenza su Aya in occasione del poker. 

TASCONE 6 - Alza bandiera bianca uscendo dal campo stremato dopo oltre settanta minuti di grande intensità. Ingaggia un bel duello con l'esperto Caccetta, si fa vedere talvolta al tiro, come ad inizio ripresa quando la sua conclusione viene deviata da un difensore. Suo, però, l'intervento disperato che rimette in gioco, nella valutazione arbitrale, Ripa sul raddoppio. 

CARCIONE 6 - Il capitano è in crescita e lo dimostra anche in questa partita col Catania in cui detta bene i tempi della manovra della Paganese, specie nella prima frazione. In questa gara riduce anche il margine d'errore negli appoggi, anche se nel finale si perde Aya libero di siglare il 4-2. 

SCARPA 6,5 - Ancora una volta si carica la squadra sulle spalle e, in una gara con tanti giocatori esperti, di certo non demerita. Nel primo tempo mette in affanno Biagianti, anche se sulla sua prova pesa l'errore da due passi che sarebbe valso il pareggio. Pisseri gli nega il gol che poi realizza su rigore poco più tardi. Quarto centro in campionato, terzo consecutivo: a 38 anni è tanta roba. 

TALAMO 6 - Fin quando resta in campo è fra i più positivi e fra i più propositivi. E' uno dei protagonisti del gran primo tempo, con continue percussioni e qualche conclusione che avrebbe meritato maggior fortuna. 

REGOLANTI 6 - Trasforma in gol l'unico pallone realmente giocabile in area di rigore, avventandosi sulla respinta di Pisseri. Nel primo tempo fa arrabbiare Favo che avrebbe voluto che giocasse più per la squadra, finendo spesso nella morsa di Aya e Bogdan.

CESARETTI 5,5 - Per qualità, è il giocatore che può tirare sempre fuori la giocata dal cilindro ma col Catania non gli è successo. Spesso raddoppiato, la sua classica giocata a rientrare ha portato pochi effetti. Ma l'impegno non è mancato. 

MAIORANO 6 - Ritrova il campo dopo sei mesi, entra bene in partita e s'inventa l'imbucata che porta al rigore guadagnato da Scarpa. 

BACCOLO 5 - A differenza di Maiorano, ha un approccio distaccato al match. Non dà intensità alla squadra, facendo poco filtro e anzi procurando il rigore (però inesistente) che chiude il match. 

NEGRO e CARINI sv

FAVO 6 - Mette in campo la stessa squadra di Siracusa, più Della Corte, per provare a dare continuità. Il risultato è positivo. Nel primo tempo la Paganese è sontuosa, rischia solo sul colpo di testa di Curiale, ma chiude meritatamente avanti. Nella ripresa, non disponendo della stessa panchina di Lucarelli, deve fare necessità virtù. Però rinuncia troppo presto a Talamo e l'ingresso di Baccolo per Tascone spegne la squadra. 

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI PAGANESE-CATANIA

Commenti

CUORE E SACRIFICIO NON BASTANO, IL CATANIA SI IMPONE SOLO NEL FINALE
FAVO SI PRENDE I PROGRESSI: "LA SQUADRA CRESCE, PECCATO PER GLI ERRORI. IL RISULTATO E' PESANTE MA BUGIARDO" (VIDEO)