LA PARTITA DEL TIFOSO

LA PARTITA DEL TIFOSO - FAVO E I GIOCATORI LA MERITAVANO TUTTA LA VITTORIA

12.12.2017 20:12

Peccato! Stavolta è stato davvero un peccato non vincere questa partita. E da tifoso, malgrado sia andato via dispiaciuto per il risultato (ma soddisfatto e orgoglioso della prova della squadra), sono più dispiaciuto per i calciatori che per me. I nostri meritavano ampiamente la soddisfazione di battere la prima della classe, uno squadrone destinato a giocarsi, fino alla fine, il posto in Serie B. Gi azzurrostellati hanno messo in campo tutto ciò che serve a una squadra per ritenersi tale: coesione, voglia, determinazione, cattiveria e una buona dose di tecnica individuale.
Avete presente le partite tra scapoli e ammogliati? Bene, quella di domenica mi sembrava una partita tra gli ammogliati (loro) e i figli (noi), tale era la differenza di età tra le due squadre. Unico infiltrato, visto che i padri erano in numero maggiore e più forti dei figli, Ciccio che ha giocato dalla nostra parte, in modo da riequilibrare un poco il divario.

Se la partita col Lecce è finita in parità, quella tra i due allenatori è terminata con una sonora, netta e schiacciante vittoria del nostro Favo (a proposito, auguri posticipati). La Paganese è sembrata una squadra ben messa in campo, con tutti i protagonisti che sapevano perfettamente dove, quando e come fare ciò che ha predicato il loro allenatore in fase di preparazione della gara. Favo è una persona seria e un gran lavoratore, merita il nostro sostegno e la nostra fiducia. E sono certo che alla fine ci ripagherà tutti quanti, compresi quelli che pretendono, una volta sbirciato su Wikipedia e/o Tuttocalciatori.net, di sapere tutto di tutti, prevenire il futuro e arrogarsi il diritto di dire: “chill è buon”, “chillat sta nguaiat”.

Quella col Lecce è stata la gara della ritrovata (beh, insomma, in verità non l’avevamo proprio vista!) solidità difensiva, con Piana ed un incredibile Acampora che mi parevano una versione censurata (per nostra fortuna) dei Bronzi di Riace. Come mi son venuti in mente i Bronzi?! Boooh. Questo mi è passato per la testa e questo ho scritto!
Cesaretti, con quel visino da bravo guaglione, piano piano se ne va: è già arrivato a sei gol! Lo pensai subito, quando lo trovai in sede il giorno dopo la firma del contratto, che quel visino da Bambi ci avrebbe dato soddisfazione. Certo, se si fumasse qualche gol in meno però…
A proposito di fumatori. Talamo, stai a sentire a me che ne capisco: se vai sparato verso la porta avversaria e hai il minimo sentore di essere in fuorigioco, tu fregatene, corri via come se ti avessero rubato un ghiacciolo in spiaggia, il mese di agosto, con 40 gradi e umidità 100%. Se sei tu a rallentare e guardare implorante il guardalinee, quello si 'sceta dal suonno' e alza la bandierina. Detto questo, secondo me su quell’azione Talamo era in fuorigioco di tre metri!
Bravissimi anche Picone, Della Corte e Baccolo. In realtà, domenica sono stati tutti bravi, tranne quel disgraziato che ha pensato ai fatti suoi, in occasione del pareggio. Non voglio manco sapere chi sia. E scherzi a parte, sapere chi sia stato neanche sposterebbe di una virgola il mio giudizio su alcuno dei calciatori.
Ciccio Scarpa? Ancora?! E basta con questo Ciccio Scarpa! Cosa avrà fatto mai di sensazionale?! Io l’ho visto solo rincorrere un avversario (a occhio e croce, più giovane di una decina d’anni), al 90’, fino alla bandierina del calcio d’angolo, rubare palla e procurarsi una rimessa dal fondo, una volta fatta carambolare questa sul povero avversario (che non ci aveva capito niente). 

Ora, miei cari minorenni che state leggendo, chiudete la pagina e andate a nanna perché devo riportare il pensiero del mitico “il grosso ma buono”, proprio a proposito della succitata azione di Scarpa. Vabbè, riassumo dicendo che aveva a che fare con determinate figure geometriche, l’anatomia e la fisica da applicarsi a una non meglio precisata interrelazione tra il nostro calciatore e tutti, proprio tutti quanti i leccesi presenti domenica a Pagani (giocatori, società, tifosi e pure quelli che stavano vedendo la partita in televisione). Avete capito? No? Manco io. Facciamo così, me la faccio spiegare meglio ‘sta cosa e poi vi dico…

Alberto Maria Cesarano
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA - UN PARI CHE SA DI VITTORIA
TROFEO "FRANCAVILLA": PRIMA VOLTA PER CESARETTI! E' LUI IL MIGLIORE DI PAGANESE-RACING FONDI